AIAD

Novita' riguardo le modifiche allo Standard

Dobermann rasstandaardTraduzione a cura di: Barbara Bricci - Scarica il Documento Originale

La Germania è la madrepatria del Dobermann e quindi responsabile dello standard di razza. La legge dello stato che vieta taglio di orecchie e coda è in vigore ormai da molti anni e durante tutti questi anni si è parlato spesso della necessità di cambiare finalmente lo standard della razza Dobermann registrato e depositato presso la Fédération Cynologique International / FCI con il numero 143. Molti nostri allevatori , anche internazionali, costretti dalle leggi statali che vietano il taglio nel proprio paese, a lasciare i propri cuccioli integri, non sono più disposti ad accettare che allevatori di alcuni pochi paesi (per esempio la Serbia,la Polonia,la Romania ecc ) possano utilizzare il fatto che i loro cuccioli sono completamente tagliati come argomento principale della loro pubblicità.

La questione “taglio” agli occhi di più di un compratore è tanto importante da far passare assolutamente in secondo piano criteri ben più importanti nella scelta di un cucciolo,come: controlli sull'identità della cucciolata,la salute, certificati, la validità dei documenti di comprovata, ecc,ecc. Il numero esorbitante di pedigree emessi in questi paesi prova questo fenomeno. Quando poi nascono problemi con questi cani o i loro documenti, i club di razza o i Kennel club di quei paesi, non sono poi in grado di trovare soluzioni.
Le variazioni apportate allo standard sono state trasmesse dal consiglio della DV alla VDH che le sta trasmettendo alla FCI. Al momento siamo in attesa della ufficializzazione da parte della FCI.
Non appena avremo la risposta ufficiale da parte della FCI,sarete informati tempestivamente e potrete trovare il nuovo standard pubblicato dappertutto (portali internet, giornali ecc).

Oggi voglio anticiparvi i cambiamenti che abbiamo richiesto:

In linea con quanto stabilisce la legge sulla protezione degli animali riguardo alla proibizione del tagliodi coda e orecchie, si ò reso necessario ed è stato deciso di cambiare lo standard di razza seguenti parti. Mi riferisco in particolare alla decisione presa dal consiglio della FCI a Dortmund nel 2010, riportata di seguito: Lo standard deve essere un documento nel quale sia manifestato che ogni tipo dimanipolazione chirurgica è vietata.“Formulazioni che richiedono un intervento chirurgico saranno respinte in tutti gli standard dell'FCI .”

NUOVO / ORECCHIE: Le orecchie sono integre, di adeguata grandezza, attaccate lateralmente alla parte più alta del cranio, e portate, in maniera ideale, ben aderenti alle guance.

NUOVO/ CODA: La coda è integra e portata ,in maniera ideale, arcuata leggermente verso l'alto.

Sopratutto per quanto riguarda le esposizioni, è estremamente importante che dopo anni di indicazioni non chiare e di compromessi, finalmente si realizzi la, tanto richiesta, parità di trattamento.

Tutti i cani che all'estero sono stati tagliati prima del 01/01/2015 :
Potranno, a meno che la nazione di origine non prescriva diversamente, essere presentati in esposizione ed in prove nel proprio paese per tutta la loro vita.

Per tutti i cani nati dopo l'1/1/2015 valgono, internazionalmente, le regole del nuovo standard.

Con ciò spero di aver risposto a tutte le domande che arrivano ogni giorno alla segreteria della DV e spero che non sia più necessario rispondere ad ogni domanda singolarmente. Naturalmente pubblicheremo lo standard modificato N° 143 su “Unser Dobermann” appena avremo l'ufficializzazione della FCI.

Hans Wiblishauser
Presidente della Dobermann-Verein e.V.
Presidente dell' International Dobermann Club (IDC)